I Mercatini di Natale di Arezzo, ci siamo stati

su
Gnius
immagine al post I Mercatini di Natale di Arezzo, ci siamo stati

Chi ci segue su Facebook già avrà visto qualche foto di Arezzo che anticipava questo post,
per il weekend dell’Immacolata siamo andati a visitare i Mercatini di Natale di Arezzo,
e l’atmosfera che si è creata in questa città già così unica  addobbata a festa è veramente emozionante.

mercatini di natale di arezzo
Prima di iniziare diciamo subito che per tutto il periodo dei Mercatini di Natale di Arezzo ci sono sconti e prezzi ribassati negli Hotel della città,
quasi tutti gli alberghi a 4 stelle di Arezzo offrono camere doppie intorno ai 70€ a notte.

Il venerdì dell’Immacolata ci ha presentato un clima piovoso e freddo non ci ha fatto girare liberamente la città,
ma questo non c’ha distolto dal vedere ogni baita del mercatino e mangiare i brezel appena sfornati.

I Mercatini di Natale di Arezzo e le vie dello shopping

Dopo aver parcheggiato appena fuori le mura abbiamo preso le scale mobili per salire fino in cima al duomo,
abbiamo visitato così la cattedrale dei Santi Pietro e Donato, veramente spettacolare piena di opere magnifiche,
come l’arca di San Donato o l’altissimo soffitto affrescato.
Passeggiando sulla strada che costeggia il duomo si arriva a Piazza Grande, dove ci sono i mercatini di natale principali,
sono tutte baite tirolesi come da tradizione alpina, dove potete trovare di tutto, dal cibo alle decorazioni,
alle tovaglie fino alle caratteristiche bambole di gnomi o di animali.

Per non far torto a nessuno abbiamo acquistato qualcosa in quasi tutte le baite,
e visto il freddo che ha colpito l’Italia e la Toscana proprio i questi giorni, l’acquisto più gradito sono stati i calzini norvegesi,
con il pelo all’interno! Una goduria!

Le Decorazioni

Gli oggetti in vendita sono quelli classici che si trovano anche nei mercatini più famosi e popolari,
come i mercatini di natale di Monaco di Baviera ad esempio.
Bellissime le decorazioni fatte a mano in legno intagliato, pigne e stecche di cannella, o anche in metallo colorato,
coroncine di pungitopo e delle altre piante natalizie, il tutto finemente decorato.

Ci sono anche le caratteristiche casette di porcellana, le palle per l’albero di natale di vetro o di porcellana,
le bellissime campane in ferro colorate e tantissime altre decorazioni.

Abbigliamento e pupazzi

Non mancano baite con abbigliamento invernale, molte delle cose sono prodotte in nord europa,
per i freddolosi sono un must, e oggetti d’arredamento natalizio per la cucina e il pranzo di natale,
noi abbiamo acquistato la tovaglia con gli gnomi e il porta pane, tanto per fare un esempio.

Alcune baite vendono esclusivamente bambole e pupazzi, i tenerissimi gnomi o le bellissime pecorelle di lana,
ognuno che c’è passato davanti non ha potuto fare a meno di abbracciare la più grande!

Intorno ai mercatini

Oltre ai mercatini intorno alla piazza ci sono tantissimi negozi pieni oggetti d’artigianato e di curiosità,
dai classici oggetti da robivecchi a veri e propri pezzi d’antiquariato fino ai prodotti in terracotta Aretina,
sono assolutamente da vedere
Uscendo dalla piazza dei mercatini di natale dal lato della basilica si arriva a Corso Italia, la via principale di Arezzo,
dove ci sono tantissimi altri negozi, alcuni dei quali li trovate solo ad Arezzo.
Il più bello è quello che vende solo decorazioni di Natale, dove trovate ancora le palle di natale di vetro fatte a mano.

A i Mercatini di Natale di Arezzo non manca il buon cibo

I Brezel fatti al momento sono eccezionali, buonissimi, come anche il menù proposto nella baita ristorante,
che ha l’unica pecca di avere pochi posti a sedere per la quantità di gente che visita i mercatini di natale di Arezzo,
tant’è che il primo giorno abbiamo dovuto cercare un altro posto per mangiare qualcosa,
vi ricordo che Arezzo è nella Val di Chiana dove ci sono i migliori allevamenti di Chianina ed è anche nella zona del Chianti,
quindi affettati, carne e vino sono sempre di qualità eccelsa.

Il giorno dopo sapendo come funziona ci siamo mossi per tempo e abbiamo mangiato quasi tutto, ossia:
I cioccolatini, la birra bavarese, i brezel, i wurstel, lo stinco arrosto che quando lo cuociono gira un profumo nell’aria che levati,
i formaggi, i più buoni sono quelli della zona, il vin brulè e la cioccolata calda alla sera.
Non ci siamo fatti mancare nulla!

I Mercatini di Natale di Arezzo le foto più belle

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi