Fornelli. Tra i borghi medievali più belli da visitare in Molise

su
Gnius
immagine al post Fornelli. Tra i borghi medievali più belli da visitare in Molise

Fornelli, o Furnielle come lo chiamano gli abitanti del posto, e nella zona degli appennini tra lazio e molise è famoso oggi per il fantastico olio,
ma la storia di Fornelli è ancora più antica, il suo nome deriva dagli antichi forni per la costruzione di mattoni e laterizi.

Fornelli Panorama

La storia di Fornelli

A un paio d’ore di auto da Roma e poco più di una da Napoli è uno dei più bei borghi della zona appenninica al confine tra Lazio e Molise.

Non si conosce la data di nascita del borgo, ma si sa che nel 900 era già presente dove lo vediamo oggi.
Come dicevamo era famoso all’epoca per essere una città che basava la sua produzione e il suo commercio nei laterizi.
Sorge in una zona ricca di argilla, proprio su un’affluente del fiume Volturno, il Vandra, a pochissimi km da Isernia

Per questo Fornelli nacque come cittadina per la produzione di mattoni, tegole e lavorazione della pietra,
soprattutto grazie alla Badia Benedettina di di San Vincenzo al Volturno, che si trova però nel paese accanto.

Passata sotto il controllo dei Normanni, che la rendono un paese fortificato con un bastione a pianta quadra,
che diventa nel tempo le basi su cui verrà costruito in futuro il Palazzo Vecchio.

Liberata dai Normanni passa di mano in mano fino a diventare un possedimento dei Carmignano,
a cui si deve la costruzione del bellissimo Palazzo Baronale proprio sulle mura di cinta.
Palazzo nel quale soggiornerà Carlo III di Borbone.

Un palazzo arredato con il più pregiato mobilio e ricchissime stoffe, che non potremo mai vedere.
Purtroppo tutti gli arredi e i contenuti del palazzo vengono distrutti dai tedeschi nel 1943.

Cosa Vedere a Fornelli

Quando arrivate a Fornelli capirete che tutto il paese è l’attrazione principale.
Un’ingarbugliata trama di vicoli che creano un labirinto, incorniciato dalle vie principali che corrono sopra le mura.
Al centro di questo labirinto c’è la bellissima chiesa rinascimentale.

Davanti e accanto la chiesa c’è la piccola ma pittoresca piazzetta di forma talmente irregolare che non sembra neanche una piazza.

Dopo aver visto gli splendidi vicoli di Fornelli passeggiate sulla via costruita sopra le mura,
il panorama è un incanto, e arrivate al bellissimo Palazzo Baronale costruito dai Carmignano.

Dove dormire a Fornelli

Il paese è così piccolo che non potete pretendere di trovare un albergo a 5 stelle.

A Fornelli c’è “Il Vico“, sta nel centro storico ed è una casa vacanze per un massimo di 6 persone,
pulita ed economica, vi sembrerà di stare a casa di un parente.

Se invece cercate un albergo o un bed & breakfast bisogna spostarsi di pochi km.

Locanda Belvedere € Situata in mezzo alle montagne sulla strada che posta al Lago di Castel Vincenzo è un posto eccezionale.
Il ristorante è molto popolare tra gli abitanti della zona per la qualità dei piatti.

Agriturismo Il Casale di San Lorenzo € Un casale in un bellissimo posto, tra le montagne a pochi km da Fornelli.
Un po’ spartano ma molto caratteristico, è gestito amorevolmente in maniera familiare. Molto buono l’Aglianico della zona.

Dove mangiare a Fornelli

Il piatto che dovete assaggiare è taccunell e fasciuel, è un primo piatto di quadrati di pasta senza uovo e fagioli.
Per mangiare a Fornelli la scelta obbligata è l’unico ristorante del paese che si chiama Al Borgo,
a conduzione familiare, potete tranquillamente chiedere i piatti del posto che sono buonissimi.

La Zampogna €€ Si trova a Scapoli, a pochi km da Fornelli.
Famoso per il suo panorama sulla valle va consigliato per i primi con tartufo, o funghi e tartufo, e ravioli alla Scapolese
Molto buoni anche i secondi di carne alla brace, il tutto preparato con prodotti locali.

Terra Nostra €€ Sempre a Scapoli c’è quest’altro ristorante da non lasciarsi scappare.
Anche qui i prodotti locali la fanno da padrone, tartufo, funghi, formaggi e insaccati tutti della zona.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi