Vacanza in Sardegna: cosa sapere prima di partire?

su
Gnius
immagine al post Vacanza in Sardegna: cosa sapere prima di partire?

Come ci si prepara in vista di un viaggio in Sardegna?
Prima di tutto cercando su www.hotelsardegna.org tutte le offerte più convenienti per i pacchetti con nave compresa.
Le partenze dal porto di Genova, da quello di Livorno e da quello di Civitavecchia garantiscono il massimo della comodità, e i turisti possono decidere se ricorrere a un pacchetto da 14, da 11, da 10 o da 7 notti. Chi prenota entro la fine di marzo, poi, può approfittare di sconti interessanti: i bambini viaggiano gratis e nel prezzo sono già inclusi il servizio spiaggia e quello di animazione.

spiagge più belle della Sardegna

La costa orientale

La costa orientale dell’isola è caratterizzata dalla presenza di faraglioni e di scogliere che si alternano, quasi senza soluzione di continuità, a spiagge anche molto lunghe. Tra queste, vale la pena di menzionare Cala Ginepro, che è circondata da una pineta mediterranea molto suggestiva che fa da cornice, mentre non distante da Orosei ecco Cala Liberotto. Da Cala Gonone, invece, si possono raggiungere tante cale più raccolte, come per esempio Cala Luna, Cala Friuli e Cala Ziu Martine. Questa, per altro, è un’area della Sardegna ideale anche per tutti coloro che sono appassionati di trekking: l’entroterra, infatti, accoglie il famoso Sentiero Selvaggio Blu, che gli esperti del settore conoscono come uno dei percorsi più belli di tutto il nostro Paese, anche grazie ai suoi punti panoramici, ma molto impegnativo. Sempre a est, ma più verso nord, ecco le spiagge di Porto Frailis e Cala Moresca, ma soprattutto le rocce rosse che hanno contribuito a far diventare celebre il piccolo centro di Arbatax.

Che cosa fare nel sud della Sardegna

Anche lungo il versante meridionale ci si può imbattere in una lunga teoria di destinazioni da non perdere. È il caso, per esempio, della spiaggia di sabbia bianca di Pula e del famoso Golfo degli Aranci, che ospita Cagliari: questa è la location perfetta per gustare una cena a base di pesce al ristorante, ma anche per fare shopping nelle tante botteghe del posto o per concedersi una passeggiata tra le viette punteggiate di case colorate. Per un tuffo nel mare, invece, ci si può dirigere verso la spiaggia di Poetto. A proposito di spiagge, quella di Villasimius attrae turisti in ogni periodo dell’anno, riscuotendo notevoli apprezzamenti, e lo stesso si può dire per la laguna di Notteri.

Dove andare in vacanza: qualche consiglio

La costa occidentale della Sardegna conquista la curiosità dei turisti per le sue tradizioni che affondano le radici in tempi lontani e per i suoi paesaggi naturali, mentre la fama del versante meridionale è da attribuire in modo particolare alla sabbia dorata delle sue lunghe e meravigliose spiagge. La cittadina di Sulky e quella di Carloforte impreziosiscono l’isola di Sant’Antioco e quella di San Pietro, conosciuta in tutta Italia anche per la fiction di Mediaset che ha visto come protagonista Gianni Morandi. Un’altra zona da esplorare è quella di Porto Corallo, mentre Baia Chia e Capo Spartivento sono solo due delle tante fantastiche spiagge di Capo Teulada, dove meritano di essere scoperte anche Cala Cipolla e Tuerredda, bagnate dalle acque cristalline di un mare da far invidia a quello dei Caraibi.

Dove andare se si vuol restare tranquilli

Nel caso in cui si sia un po’ allergici alle folle e si desideri puntare su location non penalizzate dal turismo di massa, il consiglio è quello di propendere per la costa occidentale, dove al posto delle spiagge di sabbia dorata ci sono enormi falesie che intervallano il paesaggio marino. Qui non ci sono villaggi turistici in cui rifugiarsi nel lusso più sfrenato, e anche la movida tipica del versante settentrionale della Sardegna è un ricordo piuttosto lontano: tutto si concentra su paesini piccoli e feste locali. I monumenti di Oristano e la Penisola del Sinis offrono buoni motivi per fare tappa da queste parti, così come lo Scoglio del Catalano e la minuscola Isola di Mal Ventre. Se si è innamorati dei paesaggi naturali più incontaminati, comunque, si può puntare anche sulla spiaggia di Masua o su quella di Piscinas, senza dimenticare la Costa Verde, dove la costa frastagliata cede il passo alla sabbia.

Le altre località balneari

Proseguendo nella rassegna di località balneari papabili come meta per una vacanza in Sardegna, ecco la spiaggia delle Bombarde e la Riviera del Corallo di Alghero. La spiaggia di Mugoni nella baia di Porto Conte è un altro posto da segnare in agenda, così come le spiagge di Stintino e La Pelosa. Le stalattiti e le stalagmiti della Grotta di Nettuno, insieme con le spiagge di Porto Torres, non sono che l’ennesima dimostrazione di quanto la Sardegna sia in grado di offrire anche ai turisti più esigenti, a nord come a sud, a ovest come a est.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[fbcomments]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi