Vivere l’estate modenese 2019: un’occasione per visitare il comune canarino

su
Gnius
immagine al post Vivere l’estate modenese 2019: un’occasione per visitare il comune canarino

Un fitto programma di eventi riempirà le afose serate dell’estate del comune di Modena: una serie di iniziative, promosse dall’amministrazione comunale, in collaborazione con tante associazioni selezionate con bando pubblico, che sapranno soddisfare anche gli avventori più sofisticati. Un’occasione e un motivo in più, dunque, per fare tappa nel comune canarino durante i mesi estivi del 2019, ma anche un incentivo per chi stesse cercando casa in vendita a Modena.

estate modenese 2019

Al di là della bontà del piano estivo, infatti, l’intero progetto restituisce una precisa immagine di come il comune si stia impegnando per aumentare l’attrattività, per turisti e nuovi modenesi d’adozione, e la vivibilità di Modena stessa, per chi già abita nel comune emiliano.

Il programma estivo.

Da fine giugno a settembre 2019, saranno oltre 300 le occasioni di gustarsi una serata “diversa” nei luoghi e nelle vie di Modena. L’obiettivo è quello di favorire i momenti di condivisione e partecipazione attiva, tra cultura e socialità: tanto in centro, quanto nella prima provincia della città, tanto in luoghi specifici come l’Estivo, i Giardini, l’Ago, quanto nei parchi e nei quartieri di Modena.

Il programma completo di Estate Modenese 2019 è stato presentato lo scorso mercoledì 19 giugno, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Andrea Bortolamasi, del direttore di Ago, Mauro Felicori, e del responsabile dei servizi ambientali del gruppo Hera, Paolo Paoli, ed consultabile a questo link.

Come si legge nella lunga locandina dedicata ai singoli eventi, il programma prevede serate dedicate alla musica, alla danza, al teatro, al cinema, ma anche allo sport, a corsi, animazioni e laboratori interattivi per grandi e piccini. Insomma, come si legge sul sito del comune di Modena, sono: “Tante occasioni per uscire dalle proprie abitazioni, far riposare un po’ la televisione e incontrare sotto casa altre persone…”.

estate modenese 2019

I luoghi di Estate Modenese.

Le centinaia di eventi previsti per il programma estivo, si svolgeranno in tutta l’area urbana di Modena e provincia. Oltre alle iniziative organizzate nei vari parchi cittadini, i quattro quartieri principale del comune canarino si sono impegnati per promuovere e ospitare numerosi eventi, nei luoghi in cui i cittadini passano quotidianamente parte del loro tempo. Questi luoghi sono:

  • Quartiere 1. Centro Storico, San Cataldo, Piazzale Redecocca;
  • Quartiere 2. San Lazzaro, Modena Est, Crocetta: con forte presenza nel Parco Divisione Acqui, nel Parco XXII Aprile e nella Polisportiva Modena Est;
  • Quartiere 3. Buon Pastore, Sant’Agnese, San Damaso: presso, in particolare, il Parco Giovanni Amendola e il Parco della Repubblica;
  • Quartiere 4. San Faustino, Madonnina, Quattro Ville: tantissime le iniziative che si svolgeranno nel Parco Ferrari.

Proprio nel Parco Ferrari, fino a settembre, nell’area Millybar, si svolgeranno numerosi concerti di musica dal vivo, nel contesto del “Modena Blueas Festival”, e molte serate dedicate al ballo, tra swing, boogie, rock&roll e animazioni per bambini, oltre che a mercatini sotto le stelle. Anche presso I Cortili di Ago sarà la musica a fare da padrona, in tutte le sue forme: si alterneranno sul palco artisti legati alla musica classica, elettronica, rock, blues, indie e psichedelica. In via Morandi, infine, zona Centro Musica, tornano attivi nello spazio all’aperto l’”EstatOff” e il “Left”, con musica live e dj set orientati a un pubblico giovanile.

Fino al 21 settembre, al Parco Amendola, sotto il nome di “Loving”, si svolgeranno numerosi concerti di musica live, spettacoli, corsi di yoga, pizzica e serate di arte migrante. Ai Giardini, inoltre, occuperanno le serate estive oltre 40 appuntamenti, prevalentemente legati al mondo della recitazione. Teatro protagonista anche al Teatro dei Segni e nel Parchetto di San Giovanni Bosco; a cura di Puppet House, verranno, inoltre, messi in scena spettacoli di burattini e pupazzi dedicati ai più piccola, presso il Parco delle Mura, vicino alla giostra dei cavalli.

Ritornano anche le amate visite guidate organizzate dalla Società dei naturalisti e matematici di Modena, che avverranno i primi giovedì di luglio e quelle de LaRoseNoir, nell’ambito del progetto “Modena bai nait”, tra luglio e agosto. A tema cultura, infine, come non ricordare le quattro conferenze, a cura di Terre e Identità, su Lucrezia Borgia, Monachesimo e Popolazioni preromane tra Modena e Reggio Emilia.

L’idea, l’obiettivo.

Insomma, per tutta l’estate, ovunque a Modena e provincia, saranno una miriade gli eventi proposti a favore dell’intera cittadinanza e dei turisti in giro per l’Emilia. L’obiettivo, ancora una volta citando la nota presente sul sito del comune, è quello di: “Divertirsi, raccontarsi, stare insieme, bere qualcosa, gustarsi un gelato in compagnia mentre si assiste a uno spettacolo”. Perché il programma si rivolge proprio a tutti, ai bambini e i giovani, come agli adulti e alle famiglie: un’occasione da non perdere per scoprire e riscoprire i quartieri modenesi, le aree verdi e i centri d’aggregazione di Modena.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi