Svezia – Tjikko, l’albero più vecchio del mondo ha 9500 anni!

Questo alberello storto, un po’ sfrondato e certamente molto piccolo è l’albero più vecchio del mondo.
E’ nato 9550 anni fa, anche se il suo tronco ha soltanto 600 anni…
l'albero più vecchio del mondo

Quando si parla di albero più vecchio del mondo, o un albero di 9000 anni  ci si aspetta un qualcosa di enorme come il Generale Sherman,
Poi vedi questo abetino rosso a pochi km dalla costa del mare gelido della svezia e non credi ai tuoi occhi.

Se ne è accorto per caso il professore Leif Kullman dell’Università Umea.
Durante una passeggiata di lavoro insieme ad altri botanici hanno visto questo alberello stortignaccolo e hanno preso dei campioni di tronco e radici.
Il tronco ha 600 anni, è vecchio, e ha la sua strana forma per colpa del clima gelido e del vento forte. Nulla di nuovo da quelle parti.

Analizzando le radici dell’albero però è uscita fuori una data veramente inaspettata.
Quelle radici stanno lì da 9’550 anni.

La ghianda di quell’albero è germogliata quando c’era ancora la glaciazione e l’uomo era più o meno all’età della pietra.
In più è nato in una regione del mondo che ha un clima veramente estremo.

L’albero più vecchio del mondo – l’essere vivente più antico sulla terra

É l’essere vivente più antico della terra.
Pensate, in quasi 10’000 anni nessuno l’ha estirpato, nessuno ha avuto bisogno del suo legname.
Non ha avuto malattie che l’hanno portato alla morte.

E 10000 anni fa probabilmente non stava neanche così vicino al mare!

Questo piccolo alberello ha dimostrato una forza e una caparbietà incredibile, ed anche tanta fortuna!
Sicuramente dovremmo metterlo tra gli alberi più incredibili del mondo, vista la sua longevità.

L’albero più vecchio del mondo è stato chiamato Tjikko

Il professor Kullman dopo aver capito di aver a che fare con un essere vivente molto particolare,
gli ha dato il nome del suo cane, che è appunto Tjikko!

Condividi!
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on Reddit0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0
Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *